Musica meccanica (sabato sera) | che bel castello - filastrocche da toccare

Sabato 9 luglio dalle 20,30 la magia antica degli organetti di barberia e della musica meccanica

Le sontuose stanze del Castello di Tabiano ospiteranno sabato 9 luglio 2017, con ingresso dalle ore 20,30, il  una dimostrazione di Musica Meccanica, in collaborazione con  l' Associazione Italiana di Musica Meccanica: un'occasione unica per conoscere, ammirare ed ascoltare strumenti unici e di straordinario fascino, come l'Organetto di barberia, il Piano a cilindro e il Thibouville.

Una serata indimenticabile immersi nel verde delle colline: un evento nell'evento

 Il "Festival della Filastrocca da toccare" - al termine della programmazione diurna - organizza questo evento serale, al quale si potrà accedere dalle ore 19,00 (apertura dei punti di ristorazione veloce all'interno dei giardini del Castello, con specialità gastronomiche emiliane), visita dell'esposizione degli Automata (40 sculture in movimento), "Dimostrazione di Musica meccanica"  (con visite e dimostrazioni dei musicanti dalle ore 20,30 alle ore 22) e gran finale con lo spettacolo in notturna della Corte Fatata dalle ore 22,00 (questo spettacolo è diverso rispetto alla programmazione diurna). 

Per i bambini per tutta la serata sarà comunque attiva nelle cantine del Castello l'area con la ludoteca di giochi tradizionali e la pista delle trottole.

Strumenti unici ed originali

Grazie alla preziosa opera di ricerca storica e di valorizzazione della Fondazione Franco Severi di Cesena, che ha salvaguardato un importante patrimonio, sarà possibile ascoltare strumenti originali e rari, come il Piano a cilindro, che veniva utilizzato nel Novecento nei locali pubblici per ballare o lungo le strade per la questua, con il cilindro in legno con dieci canzoni in voga o anche con le musiche politiche.

Rivivere le atmosfere notturne di Parigi

Con questo raro strumento francese costruito a fine Ottocento e impreziosito dalle decorazioni dell'epoca, un mendicante ha percorso per circa quaranta anni le strade di Parigi.

 

Feedback